30 aprile, 2014

Attimi....cosa c'è che non va?

Dopo una notte di dormiveglia, agitata, innervosita da un vento furioso che feriva il lato della collina dove abito, mi sono svegliata.
Infuriata, ho accolto il mio spirito vagante con quella parte di me che io stessa odio. E' antipatica, musona...vede nero, non sa sognare , è un'evanescenza grigia...una cosa fa benissimo...abbracciata alla tristezza, piegata da crampi allo stomaco, presa da un malessere generale...piange.
Con tono sgarbato afferra lo spirito : " oggi niente coccole, prendi il tuo posto, stai di fronte alla realtà!!"
" ehi piccola! perchè ti fai tanto male? chiede il mio spirito
" non lo so!" risponde sgarbata
"posso aiutarti?"chiede lo spirito prendendo la mano alla mia parte positiva che rannicchiata attende serena la fine della tempesta per fuoriuscire dall'angolino.
Quella calma, bontà, disponibilità innervosisce ancor di più la parte negativa che irata tuona :

"Vorrei alzarmi ,schiacciare la coda al gatto, fare lo sgambetto al cane, mischiare la differenziata....!"
"calmati!" mi sussurra la mia parte  dolce, allegra, bambina giocherellona,  amante dell'amore...
Mi allunga quella mano sempre tesa e disponibile ad una carezza, ad asciugare una lacrima, parla in poesia, vola tra le nuvole, crede nella bontà , sogna...
Piango, sono confusa.
Sto cedendo.
"La primavera è arrivata da un pezzo ....ma dove si è rintanata?
solo per qualche giorno ha volteggiato nell'aria allontanando il grigior invernale, ha illuso tutti : gli alberi , dopo aver stiracchiato i rinsecchiti, sonnacchiosi rami, si son riempiti di novelle foglie, bottoncini di fiori han colorato prati giardini, note di nuova vita aleggiavano una serenata in tiepida aria....
Sono stanca dell'inverno...basta con questo freddo, voglio svegliarmi solleticata dai raggi del sole...
" Hai ragione...dai alzati ...andiamo a cercarla"
Finalmente riequilibrata, seppur triste ,cerco la Primavera.
Al mare " i buongiorno" hanno i petali abbacchiati, attorno tremolanti fiori si stringono allo stelo, la sabbia, spinta dal vento, fustiga la neonata natura.
Solo il pino, chino fino a toccarsi le radici, gli resiste.
Le onde tuonano dentro la cavità delle rocce.
Non trovo la Primavera al mare, nemmeno nei campi dove gli ultimi carciofi piegano la testa spinosa, sulla stanca pianta.
Ritorno verso la mia collina da dietro una roccia mi arrivano un lamento flebile intercalato da una tosse asmatica.
Mi avvicino..."eccola ...l'ho trovata!"
" Ti posso aiutare? che hai dolce Primavera?"
I suoi occhi soni tristi, febbricitanti, il viso pallido, il vestito ha sostituito i delicati color pastello con il grigio- sporco!"
Mi tende una mano:
"Che cosa avete combinato all'aria, alla terra, all'acqua..???..tutto è pesante come piombo, è difficile respirare, l'acqua che sgorga dalle sorgenti, non canta più allegramente, ha perduto la trasparenza e puzza...io che sono la stagione più delicata...mi sento sfinita..!"
Piango come piccola, insignificante goccia di una marea umana.


21 commenti:

MikiMoz ha detto...

Beh, sei metereopatica? :p
Ahahah, a parte gli scherzi, bel post...! E' vero, il tempo può contribuire a innervosirci... ma tanto dai, il caldo e le belle giornate torneranno, e tutto sarà migliore^^

Moz-

Xavier Queer ha detto...

Sono senza parole... ci sei tu dentro questo racconto, ci sono i tuoi momenti no che somigliano ai miei, lo smarrimento, il senso di solitudine e impotenza, la voglia di cercare un posto altrove... Chiudi gli occhi e inspira il profumo del mare, la primavera c'è è solo un pò più timida.
Un abbraccio
Xavier :)

Enrico zio ha detto...

Bello questo racconto. Forse la povera primavera soffre troppo per tutto ciò che l’uomo ha fatto al nostro pianeta e allora non resta che trovare la primavera nella “parte dolce, allegra, bambina giocherellona, disponibile amante dell’amore” che abbiamo dentro di noi.
Ciao Maria buona giornata un abbraccio.
enrico

maria antonietta Sechi ha detto...

@ per Moz
sono metereopatica? solo con gli sbalzi metereologici....grazie per essere passato...un abbraccio

@ per Xav
che passa attraverso la sofferenza affina la sensibilità...conosce meglio se stesso e gli altri.
Chi si "somiglia" si rispecchia
Un abbraccio ...la primavera è...una mano tesa

Olgica T ha detto...

molto bello questo post!Complimenti Maria Antonietta...

Melinda Santilli ha detto...

Hai ragione, questo nostro mondo è stato maltrattato e rovinato dall'uomo, ma non significa che non possiamo darci da fare per aiutarlo a tornare vivo e credo che questo viaggio debba iniziare da noi stessi, dal nostro Io interiore.
Perciò sorridi e cerca dentro di te la primavera, vedrai che poi non sarà così difficile trovarla fuori.
Un abbraccio!

Vento di Passioni ha detto...

Buon pomeriggio a te adorata amica,Che bello leggere emozioni frammiste ai mutamenti del tempo,umori ed elementi in cui ti ritrovo, e mi ritrovo molto spesso anch'io!
Manco oramai da così tanto tempo..
ma non ho perso la voglia di stare,in questo mondo virtuale; che però scava nel profondo di ogni nostra anima mettendo in luce, ciò che di più bello possediamo, il nostro mondo interiore;
così prezioso da accomunarci ed avvicinarci tutti.
Non so bene quando tornerò, sono ancora nel bel mezzo della crisi,in tremenda riflessione, ed introspezione, fondamentale per la mia natura,nel frattempo ti invio il più forte degli abbracci.
Bravissima come sempre!
a presto!
Dal Mio buon Vento..Gabry

maria antonietta Sechi ha detto...

@ per Enrico
grazie...sei gentile...ho ritrovato il mio "buonumore!"
@ per Olgica
grazie...
@ per Melinda
è anchr grazie a voi se ho ritrovato il mio solito tranquillo umore ed humor...eheheh.
@ per Gabry....finalmente..
un abbraccio forte,forte a tutti...mietta

Stella Paola ha detto...

E' un post molto ben scritto, sembra un libro.
Sicuramente fa pensare questo testo, sottovalutiamo troppo facilmente quello che combiniamo a questa Terra.
E non solo alla Primavera..
Complimenti, ti abbraccio :)

Fab Pitt ha detto...

Ciao, grazie per aver condiviso questo post anche con me. A chi non capita di avere una giornata storta perché già dal mattino ci alziamo col piede sbagliato?! Mi è piaciuto il dialogo con se stessi, mi ha ricordato il dialogo tra es e super-io di questo filmato.
E mi ha colpito e mi è piaciuto anche il finale con protagonista la primavera, insomma mi è piaciuto tutto il post!!!
Brava, ciao e a presto.

maria antonietta Sechi ha detto...

grazie Stella Paola
i commenti aiutano...un abbraccio

maria antonietta Sechi ha detto...

Per Fab...grazie
sono passata nel tuo blog...interessante il tuo impegno nel recensire i film
a presto..mietta

cristiana2011-2 ha detto...

Mi ha colpita il tuo commento da "Amici in allegria", ed eccomi qui.
Cristiana

maria antonietta Sechi ha detto...

benvenuta nel mio blog...grazie Cris...passa quando vuoi
mietta

sara dionisi ha detto...

Un post bellissimo scritto con maestria, brava!
Grazie per esserti unita ai miei followers.
Ciao a presto Sara

maria antonietta Sechi ha detto...

grazie Sara...ritornerò nel tuo blog...quando vuoi ripassa...mi farà piacere..un abbraccio
mietta

Annunziata Scarponi ha detto...

Salve Maria Antonietta, ho letto il post, scritto e bene e coinvolgente. a presto augurandoti una buona domenica.

maria antonietta Sechi ha detto...

benvenuta nel mio blog Annunziata
grazie per il commento veramente gradito
a presto
mietta

Evanir ha detto...

Com muito carinho mesmo atrasada
venho te deixar um abraço pelo dia das mães.
Uma abençoada semana beijos meus.
Evanir.

maria antonietta Sechi ha detto...

doce ... obrigado Evanir saudação e um abraço para você também
mariantonietta

maria antonietta Sechi ha detto...

oggi 25-agosto- 2017
Rivisito il mio blog
è bello...ma io non gli confido più i miei "attimi!...perchè?
perchè il tempo passando ti cambia...forse non parlo più con me stessa...forse sono " diventata grande"...era così bello esser bambina
mietta