La fantasia e il tempo viaggiano insieme mescolando i colori

BENVENUTI NEL MIO BLOG...il mio diario di viaggio tra fantasia e realtà. Se passate lasciate un commento..mi farete cosa gradita Mariantonietta

Visualizzazioni totali

se ti piacciono i miei "appunti di viaggio" iscriviti tra i miei lettori fissi.....mi farà piacere.

30 dicembre, 2011

poesia.......il tempo



Ancora un giro di ruota.
Non vi è sosta
per il  tempo
che passa
velocemente.
Ti travolge
Inevitabilmente,
se ti siedi un attimo
a te lo senti accanto,
camminar nei tuoi pensieri,
frugar nei sepolcri del vissuto,
confrontar l’oggi
fino ai più remoti ieri.
Ti  invita ad  osservar
quel che hai tessuto:
l’arcobaleno,
gioioso
dondolio di gioventù
il grigio e il nero
di inaspettate trame
di labirinti,
intrecci d’ansia
di non uscire più.
Gli amori vissuti,
dimenticati,
perduti
momenti solari,
attimi dolci e amari
Nel groviglio
il tempo
mai scorre
come desideri umani;
libero nel suo avanzare
non conosce affanni,
L’anima  ferma
in tornaconto attesa
di fronte al tempo,
arresa
annaspa tra delusi domani.









29 dicembre, 2011

poesia..........il silenzio




L’anima
cerca ragion d’appagamento
nel silenzio,
Evanescenza
vagante,
nel cielo ricoperto
di coppiose nuvole.
Silenzio assordante
nell’appropinquar della tempesta
conflitto rimbombante,
turbinio di  sepolti eventi.
Come scheletri
liberati da lunga
schiavitù,
appaiono in ragion di virtù,
gl' inappagati desideri
schiacciati da morale servitù.
Tra le silenziose fronde
della foresta 
sentimenti,
faticosamente  dormienti,
tra mente e cuore,
un Eolo furioso
li scuote
con  tumulto assordante
dal faticoso torpore.
Stridenti anime dannate,
infernale calore.
Nel calmo mare,
alla sera,
perduti
sospiri di amanti,
onde sconvolte di  passione,
cavalcano  tremanti,
frullio di assopiti sensi.
Il silenzio è un urlo
di  spiriti confusi
mai folli o dannati
un solo ardire:
esser ascoltati.










19 dicembre, 2011

................Natale.....pensieri liberi

 Tra pochi giorni
ancora sarà Natale
la festa più bella dell'anno.
Attorno a me
luminarie e
vetrine in festa,
nei volti la tristezza.
Manca il lavoro
aria di regressione attorno
gli occhi offuscati cercano te
Gesù bambino,
le lacrime
non sono
rimpianto
per l'assenza dei doni
la paura avanza
che manchi il pane,
fredda è della casa ogni stanza.
Ti preghiamo,
con il Tuo amore
nella natività
riporta le menti
alla saggezza;
chè l'uomo
sorga alla dignità

18 dicembre, 2011

poesia........ricordi di Natale


..Natale si avvicina e con Lui
del passato la malinconia,
Il presepe preparato con cura
dopo aver raccolto
muschio e sughero
del bosco in radura
Arrossati dal freddo
le orecchie e i nasi,
si era felici
preparando
in lieta attesa
l'arrivo del Divin Bambinello
come da ataviche radici.
Con attenzione
sistemavamo,
per scaldarlo,
la paglia
accanto al bue e all'asinello.
I pastori appressati alla capanna
donavan il latte caldo
alla dolce mamma
Inginocchiati
adoravan lo splendore
della cometa
annuncio
della natività del Redentore
venuto tra noi
per portar l'amore.
La vigilia,
allo scoccar dell'ora Santa,
la famiglia
si abbracciava
e in quel contatto
gli affetti rinnovava,
innalzando al cielo
un coro di ringraziamento
Il canto natalizio
si perdeva nel firmamento.
Uniti per le mani,
le voci all'unisono,
ringraziavano l'Altissimo,
nella mente solo luce
nè ieri nè domani;
trattenute lacrime
di emozione
coprivan gli occhi come velo.
Quell'impressione viva
la custodisco,
con rimpianto di semplicità,
dentro il cuore:
Come era bello il Natale
momento di rinnovata
unità umana e amore!!

06 dicembre, 2011

poesia....desiderio di solitudine....




Solitari momenti voluti,
mai vuoti
di necessità esistenziali.
Concentrazione
indipendente
dall’altrui presenza,
persegue..
autenticità
di pensieri,
mai confessati,
liberi da false coperture,
appaiono.
Invitanti naturali
pennellate
di richieste  umane
schiacciate
da un’etica
impositiva
fin dal grembo materno,
come pelle sulla pelle,
aprono l’animo
allo sfogo del  poetare.
Non sempre
la voce o la mano
disponibilità manifestano
nell’ esternare
riconosciute esigenze
insite nell’esser uomo.
Eppur in quei vissuti
di solitarie  riflessioni  ,
la mente,
come luce
al mattino,
espande attenzione
sul proprio e
sull’altrui scelte di vita.
Libera da  pregiudizi
matura
comprensione infinita
mai ipocrita,
di superbia e giudizi. 









02 dicembre, 2011

poesia........al nuovo giorno......


Posseduta dal sonno,
dopo tormentata
veglia
di travaglio
indesiderato
nell’enfantizzare
 paure e pensieri,
al  buio della sera,
 spenti, scuri e neri..


Il primo raggio
del nascente sole,
portando
il nuovo giorno,
la natura accarezza adagio.
Frugando
tra i meandri
della mente,
 ricongiunge il corpo
allo  Spirito
dormiente

I sensi  scompiglia,
gli occhi spalanca
a rinnovata meraviglia,
di vitali colori, suoni
del  giorno annunciato
Sul balcone
di gioia ,
piangono
la notturna rugiada,
i fiori,
spalancati i petali,
sorridono
al raggio divino,
alle sue carezze,
al nuovo mattino.

Nel mantello
tenebroso della sera,
la luce
un varco ha aperto,
cacciando il nero
del notturno pensiero
Raggiunto ha l’”io”,
 radioso baleno,
donando
 rinnovata spinta.
nel  cogliere
il nuovo giorno,
prezioso dono di vita.





















01 dicembre, 2011

poesia..........Alla finestra....



Brividi di freddo
nel desolato giardino,
appassito custode
di dormienti, nude piante
che,
pudicamente
non  degnano di sguardo
il sole,
indolente amante.

Una solitaria panchina
trattiene l’ultima foglia
prima che,
 un soffio
di gelido vento
la porti
sull’ umida terra,
in  putrida fanghiglia.

Un passero solingo
vaga,
in cerca di granaglia,
e in sconsolata postura,
osserva
quella morta natura

Come bimbo  smarrito,
dal giunger della sera,
sol nel sorger
del nuovo giorno,
troverà serenità
a sè attorno.

Così il passero,
la vita vedrà rinascere,
nella natura
che parea morta
e ,
con gioia ritrovata,
 avidamente,
cercherà  il sole,
consolatore ardente.

Anche l’uomo,
dopo le sue stagioni,
sarà
nuovo raggio lucente.
In consonanza Divina,
salirà gradini di note
di ancestrali strumenti
e,
 con musica
mai udita
andrà incontro alla vera vita.