04 giugno, 2015

Attimi....sensi di colpa

Salve
Sto trascurando il mio blog.
Mi sono chiesta il perchè.
Questo blog è nato in un periodo particolarmente infelice della mia vita.
Dovevo superare una brutta depressione per malattia.
Di colpo, per un incidente, la mia vita è cambiata.
Chiusa in me stessa davo sfogo al mio "disordine" mentale. Caduti i progetti, i sogni sul futuro ,dovevo creare un'altra me stessa, con la coscienza che non sarebbe stato più tutto come prima: i limiti dettati dall'incidente.
Sono trascorsi 7 anni.
Ce l'ho fatta.
Scrivo...ma la mia creatività, come fiume che si dirama in rivoli tra le rocce, ha tracimato in varie forme creative.
Mi curo esteticamente: input straordinario per sentirsi in forma
Scrivo e partecipo a concorsi
La mia biografia nel sito "liugi ladu" dove sono riconosciuta "scrittrice sarda"
Maria Antonietta Sechi insegnante di scuola primaria in pensione è nata a Portotorres da genitori di origine sassarese.
Sposata, vive a SANTA MARIA COGHINAS dal 1972 .
Si diletta a scrivere con passione poesie in italiano e in vernacolo. Compone abilmente anche racconti in italiano.
A Pasqua 2013 è uscita la sua prima pubblicazione "WAI, WAI" edizioni "il ciliegio".
Il 22 Maggio del 2014 nell'Aula Magna dell'Università di Sassari 
ha ricevuto una Menzione d'onore con la poesia “Armonioso intreccio”
è il secondo premio prosa con il racconto “Tay“ 
durante la cerimonia premiazione del “Concorso prosa e poesia Mariuccia Ruju Dessì FIDAPA Italy” .
Nel mese di Settembre del 2014 riceve il primo premio in
Cuncursu de Poesia in limba Sarda” indetto dall'Auser di Budoni dedicadu a:
sas popolaziones colpias dae s'alluvione de su 2013”,
sezione a verso senza rima, con la poesia “Cleopatra in Gaddhura”.

Nel mese di Maggio del 2015 riceve il primo premio del Concorso di poesia e prosa in lingua sarda “Rosilde Bertolotti” indetto dalla F.I.D.A.P.A. Di Sassari con il suo primo racconto in Gaddhuresu-Cuzinesu “ Lu banzicu di mamma”


Curo il mio laboratorio di arte povera




E poi viaggio....il pensionamento non è la fine ma l'inizio di una nuova vita....neanche il Parkinson mi ferma

un abbraccio
a presto
Mietta

3 commenti:

Stefyp. ha detto...

Ciao Mietta, sono contenta per te, per i tuoi successi, per la tua forza d'animo che ti ha fatto uscire fuori dal baratro...continua così, il blog non è così importante, capitano alti e bassi ... però è importante non sentirsi in colpa!! Un caro saluto, Stefania

maria antonietta Sechi ha detto...

grazie carissima
un abbraccio
mietta

maria antonietta Sechi ha detto...

grazie carissima
un abbraccio
mietta