La fantasia e il tempo viaggiano insieme mescolando i colori

BENVENUTI NEL MIO BLOG...il mio diario di viaggio tra fantasia e realtà. Se passate lasciate un commento..mi farete cosa gradita Mariantonietta

Visualizzazioni totali

se ti piacciono i miei "appunti di viaggio" iscriviti tra i miei lettori fissi.....mi farà piacere.

24 agosto, 2013

Sera d'estate in libertà

.

E' una sera estiva. Niente di particolare : è caldo - umido.
Sono sola. Gli altri , secondo atavica abitudine, si sono radunati sulla terrazza di mia cognata. Non li sento ma...sarei in grado di ripetere quello che stanno a raccontarsi. Sempre le stesse cose, gli stessi avvenimenti del passato...
Sono al buio, una piccola lampada blu proietta il suo caldo raggio sulla tastiera.
La porta finestra spalancata sulla sera lascia passare i rumori della vita notturna.
Il rombo delle macchine che sfecciano sulla via centrale liberano una musica da sballo : bum, budubum, bum, bum....il battito cardiaco si uniforma ....si uniforma^?..hum..tachicardia.
Mi rilasso, addiritura sorrido....non sento più nulla.
Tutta la mia attenzione è concentrata su uno starnuto che, scavalcando i rumori, mi ha raggiunta dal piano sottostante.Mio cognato, molto scapolo, orso ed introverso , viene colto ,spesso , da scariche di starnuti
"sssssssssssssssssssssss" mi concentro e conto le cannonate...e uno, due, tre....scommetto con me stessa : "arriverà a quindici!"
sicura? -si, si sono sicura emetterà quindici starnuti!
Sorrido e conto..: 11, 12, 13,....ahahahah che divertimento! 14...ci siamo, su, dai che ce la fai! 14...ripeto a voce alta.
Inesorabili i secondi trascorrino...sento il sospirone del quindicesimo starnuto, trattengo il respiro in

attesa di gridar vittoria,..ma il sospiro diventa sempre debole, finchè si placa.
ho perso la scommessa , però sento in me una tenera serenità di fanciulla

Un grillo entra dalla finestra "alla faccia del grillo canterino!!!" un fastidiosissimo sfregar di seghe di boscaioli invade la stanza.
Mi sento Pinocchio " taci, grillo rompipalle...."
Individuo la postazione che si è scelta : una composizione di "lillà" finti che odorano ancora di Tir made in China.
Prendo il cesto e lo deposito fuori , sul terrazzo : scusami piccolo, sei simpatico ma troppo stonato!"
Sento dei passi sulle scale......il mio tempo libero, il mio quarto d'ora d'aria è terminato....BUONA NOTTE...

Nessun commento: