La fantasia e il tempo viaggiano insieme mescolando i colori

BENVENUTI NEL MIO BLOG...il mio diario di viaggio tra fantasia e realtà. Se passate lasciate un commento..mi farete cosa gradita Mariantonietta

Visualizzazioni totali

se ti piacciono i miei "appunti di viaggio" iscriviti tra i miei lettori fissi.....mi farà piacere.

30 settembre, 2012

Acrostico



SETTEMBRE

S fumata
E stasi
T iepido
T epore
E ssenza
M aculata
B eatitudine
R imembranze
E vanescenti
            

                                        

                                         

acrostico

A U T U N N O
 

A vanzando
U mile
T ange
U mori
N aturali.
N esso
O sannante


                                       

28 settembre, 2012

Riflessioni brevi


Il mio vagabondare

gocce

Goccia di rugiada
su petalo di rosa
lacrima salata
in dischiusa palpebra,
attesa silente
di atonico raggio
consolatore
discreto
di vitale coraggio.


Aquiloni

Sogni di bambino,
colorati aquiloni
sfuggiti
dalle mani del tempo
nel cielo vagano
lontani
dal destino.


puledro

Chiome al vento
nitrito di puledro
scalpitio gioioso
su ardite vie
in splendore
di attese colorate
mai colse
ragionare dubbioso

                                                      



26 settembre, 2012

poesia....tenero amante


Abbandonata
all'amor
in delicato gioco
aveva sorriso del
tenero
mai
violento
di lui tocco,
sempre allegro
e scherzoso,
nell'età
verde,
degli amori
dei frutti
dei fiori.
Avevano vissuto
brevi
soleggiate stagioni.
Per lei
tempo è arrivato
di indossare
il vestito ,
di passionali colori,
arricchito.
Così
la foglia,
legata al ramo
da un debole filo,
nell'autunno
della sua vita,
attende
che ,
il vento,
dolce amante
dei giorni suoi,
la prenda
e
in danza volteggiante
la riconduca
al calore
del materno seno,
prima
dell'arrivo
del freddo Inverno.

                                             



23 settembre, 2012

poesia..La mia valle


Lo sguardo perduto,
in ammirato silenzio,
nella mia valle,
da sempre,
ristoro
all'umano pensiero,
per l'incanto,
muto.
Campi in ordine schierati
con il fiume Coghinas
confinanti
si perdono
all'orizzonte del mare,
linguaggio d'amore
inneggia il cuore.
Anche ad occhi chiusi
disegno
con la memoria delle stagioni
i rigogliosi vigneti,
i campi di carciofi
i frutteti,
di divine note accordatori,
fra loro,
gareggiano
per tonalità di colori.
In armonia di pace,
integrata
tra i profumi
di calpestati sentieri
della mia valle,
organizzo
positivi pensieri

                                            


22 settembre, 2012

poesia...il dolore



Amari pensieri
confluiscono
nella stanca mente,
inibita dal dolore,
come
infrangere di onde
sulla riva del mare.
Lacrime lenitive
sgorgano
in solitudine
di tormentose pene.
Persuasione
che
mai fisico dolore
abbandona l'umano vivere.
In doglie
e in pericolo di morte
spunta il pollone
seppur
gioioso dono d'amore.
La malattia, la vecchiaia
la stessa morte
obbligate tappe di afflizione
in umana sorte.
Faticoso affanno
per sfuggire la sofferenza
è impegno di
vitale speranza.
Nell'animo,
in solitario ripiegamento,
l'umano desio
trova sollievo,conforto
e un senso
all'esistenza
abbandonandosi fiducioso
in preghiera
ispirata
dall'amore di Dio

                    

18 settembre, 2012

poesia...il volo.



Gabbiano in volo
nel cielo rosso del tramonto,
ali spiegate,
mai statiche,
in equilibrio ed eleganza,
Aliante vitale,
felice elargizione
di Divina Sapienza.
Sicuro di sé,
in armoniosa posizione
plana o avanza;
del suo nido dolcezza
e piacere
dei doni della vita
ama il godere.
Chinato il capo,
nel tremolio dell'onda,
il riflesso del suo andar
non riconosce
si specchia ,si rispecchia
con angoscia
quel vacillar non è
dell'onda il danzare,
è il modo nuovo e faticoso
del suo volare.
Silenzioso lacrimare
che non cerca pietà,
è l'accettazione
del male
in consapevolezza
e dignitosa attesa
tra le mani del Padre
affida la sofferenza.

                                                 

13 settembre, 2012

poesia...L'indifferenza


Preso dall' involucro corporeo
del proprio essere
in indifferente postura,
abulica visione della realtà,
è
atteggiamento dominante
della civilizzata umanità.
Egoismo,
di intrinseca volontà,
annulla l'altro
in fragile dipendenza,
abrogandosi il diritto
di togliere al fratello
la vitale dignità.
Sfruttamento
subdolo o evidente,
in ragion del proprio esistere,
impassibile alla morte,
distruzione o guerra,
avvelena l'amore
prezioso perno
di equilibrata rotazione
della Terra.,
L'odio avvilisce l'amore
in continua lotta
con armi di passione
che abilita onore.
L'indifferenza
nutrendosi
di insensibilità, gelo, freddezza
è
meschina , vile
vuota carcassa
di etica repulsione.

                                                            




08 settembre, 2012

poesia....

melodia
di armoniose note
accompagnano
parole in poesia.
Elevati
pensieri
nell'aere celestiale
inneggiano
all'amore
con pennellate
di poetico
colore.
Oltre l'orizzonte
sguardo
perduto
tra sentimenti
e fantasia
di anima
finemente cesellata,
dal vissuto temprata ,
scaturisce
accordi
di vera poesia


poesia...ispirato pensiero

06 settembre, 2012

poesia...impressioni autunnali


Tiepido, 
mai ombroso sole ,
nell'avanzare.
Il mio amor autunnale
sorride nel bosco 
di passionale incanto. 
Tenero acobaleno 
di pennellate mai scialbe,
profumo di ricordi ,
balsamo ai silenzi, 
in posati pensieri
tra mente e cuore.
Muta, in solitaria,
mai indifferente postura,
ritrovo il mio "io" più vero, 
piccola amante,
dell'Onnipotente,
riconoscente creatura.

                                             

01 settembre, 2012

poesia...Rabbioso Settembre


Settembre
è arrivato,
immemore
del suo andar
con passo sicuro e cadenzato
al ritmo di delicato vento.
Dalla ruota del tempo
è sbucato infuriato,
mosso da incrociati venti,
ha sollevato polverone
verso il sole,
accusato
di eccessiva
calura dittatore:
“ a te che hai in mano
le sorti della vita, “

urlava
nel vento,
di Settembre la rabbia
osservando la natura,
di  vitale infinita essenza
chiusa in gabbia,
fino all'osso prosciugata
privata della visione
di una futura esistenza

“abusare del potere donato
non è permesso!
Restituisci il maltolto
distribuendo piogge e frescura,
abbassa la cresta,
siano riequilibrate
le armonie vitali
perchè
del potere la gestione
non è abuso o furto ma
equilibrata partecipazione”.

Han brontolato anche il mare,
la collina, la montagna ,la pianura
si è oscurato il cielo
nella
mai perduta speranza
di sollevar del dittatore
il velo di finta ignoranza.